Il martirio degli Apostoli

I detrattori del Cristianesimo amano dire che gli Apostoli inventarono una religione per il loro profitto personale. Quale profitto terreno è difatti la morte? Ma come amava scrivere san Paolo: la Fede nel Cristo Crocefisso, scandalo per i giudei, stoltezza per i pagani (1Corinzi 1:23) e sebbene questo odio atavico continua ancora oggi, la Chiesa di Cristo è forte e mantiene intatti gli insegnamenti degli Apostoli, successori del Signore. Ma come testimoniarono fino alla fine gli Apostoli la fede nel Messia?

Le icone dei Dodici Apostoli

San Pietro fu crocefisso a testa in giù perché si ritenne troppo indegno di ricevere una morte identica a quella del suo Maestro e Signore.

San Matteo Evangelista e Apostolo morì in Etiopia, ucciso a colpi di spada.

San Marco Evangelista e Apostolo morì ad Alessandria d’Egitto, agganciato a dei cavalli che lo trascinarono per tutta la città fino alla morte.

San Luca Apostolo ed Evangelista fu impiccato dopo che ebbe predicato alla folla, in Grecia.

San Giovanni Evangelista fu l’unico Apostolo a morire pacificamente nel suo letto, di vecchiaia, dopo aver scritto l’Apocalisse.

San Giacomo il Fratello del Signore fu arrestato dai Giudei e gettato dal pinnacolo del tempio di Gerusalemme (lo stesso sul quale fu posto Cristo dal demonio), città della quale era vescovo, ma poiché sopravvisse, lo pestarono a morte con un martello da fabbro.

San Giacomo Figlio di Zebedeo fu catturato dai Romani e decapitato in Gerusalemme. L’ufficiale che lo decapitò si convertì a seguito di una illuminazione e fu ucciso anch’egli.

San Tommaso Apostolo fu colpito al cuore con una lancia durante un viaggio missionario in India.

San Bartolomeo Apostolo fu scuoiato da una tribù pagana durante un viaggio missionario diretto in Persia.

San Giuda Taddeo, Apostolo, fu legato ad un palo e ucciso a colpi di freccia, poiché si rifiutò di negare Cristo.

San Filippo Apostolo fu martirizzato a Ierapolis con le sue due figlie.

San Mattia, colui che prese il posto dell’Iscariota, fu ucciso a sassate.

San Simone il Cananeo, Apostolo, detto Lo Zelota, fu vescovo di Gerusalemme dopo il martirio di Giacomo, ma ben presto lo emulò nella testimonianza e secondo la tradizione latina  fu segato in due dai romani, secondo la tradizione bizantina fu crocefisso.

San Paolo l’Apostolo dei Gentili fu imprigionato sotto l’imperatore Nerone e fu decapitato nel 67 d.C. dopo aver scritto le lettere che portano il suo nome.

Tratto da: Cristianità Ortodossa

Hits: 0

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com